« Ogni giorno di più mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell'amore che non abbiamo donato. L'amore che doniamo è la sola ricchezza che conserveremo per l'eternità »

GUSTAVO ADOLFO ROL



mercoledì 1 febbraio 2012

Il seleniato di sodio e le sue proprietà tossiche

multicentrumSembra che un sottoprodotto tossico e molto letale della raffinazione di rame sia presente in molti prodotti sul mercato di massa. L'ingrediente viene utilizzato nonostante le sua proprietà tossiche. Questo sottoprodotto spesso consumato è conosciuto come selenato di sodio, ed è capace di uccidere il 50% dei ratti che ne ingeriscono non più di 0,4 milligrammi. Allo stesso modo, un umano ha una probabilità del 50% di morire dopo aver consumato solo 108 milligrammi. Per mettere le cose in una certa prospettiva, 108 milligrammi sono pari a circa 11 granelli di sabbia. Potrebbe essere questo il momento di cambiare la vostra scelta personale sui prodotti.

Il seleniato di sodio: ingrediente tossico aggiunto a molti prodotti
sodium selenateIl seleniato di sodio appare sulle etichette dei prodotti vitaminici come 'nutriente'  ed è assurdo per non dire altro. Questo 'nutriente' è classificato come pericoloso e tossico per l'ambiente dalla  Environmental Protection Agency e l'Unione europea, eppure ancora si erge come ingrediente principale in molti prodotti. Se simili 'ingredienti' sono collocati su tutte le etichette, ci si può aspettare di leggere in futuro anche "mercurio" o "cadmio".
Il seleniato di sodio può essere naturalmente presente in molti alimenti come noci brasiliane, semi di senape e prodotti freschi. Il problema sorge quando la tossicità del 'nutriente' viene isolata e separata dalle altre centinaia o migliaia di fattori noti e sconosciuti negli alimenti quali enzimi, gliconutrienti, minerali, ecc. Il selenio trovato all'interno di prodotti alimentari hanno effettivamente dimostrato di prevenire le malattie, mentre la forme biologicamente inerti utilizzati nei prodotti hanno l'effetto completamente opposto sull’organismo.
Perché è permesso l'utilizzo della forma tossica del seleniato di sodio è un mistero, ma c'è una buona ragione per cui le aziende ed i produttori lo utilizzano: è a buon mercato e poco costoso. Pur essendo commercializzato con orgoglio sulle etichette dei prodotti vitamininici, il seleniato sodio ha dimostrato di causare problemi riproduttivi e di sviluppo sia negli animali e nell'uomo. Alcuni prodotti contenente questo veleno sono  One-A-Day della Bayer, prodotti per la nutrizione infantile della Nestlé ed il famoso Multicentrum, commercializzato dalla Pfizer. Questo multivitaminico molto popolare è in realtà un enorme miscuglio di ingredienti nocivi e tossici, screditando ulteriormente quelli che giurano per la sua sicurezza ed efficacia.
Nell'episodio # 11 (stagione 2) di CSI: Crime Scene Investigation , una donna avvelena il marito con la selenite di sodio chimico. Per quanto strano possa sembrare, questa esotica arma del delitto è cugina stretta del seleniato di sodio, proprio quella elencata come "sostanza nutritiva" sull’etichette del vostro integratore vitaminico.
fonti per questa storia:
di più:

fonte l'ottimo blog: altranews

3 commenti:

  1. Ma grazie a te amico mio sempre ottimi post.

    RispondiElimina
  2. Grazie a voi due!
    Sapevo che questi integratori non fanno bene - ma farsi avvelenare pagando pure è troppo. In passato prendevo gli integratore di Dr. Rath (medicina cellulare). Infatti nella formula base "Vitacor Plus" c'è il selenio metionina che è citato anche nel metodo Di Bella (link: http://www.metododibella.org/it/mdb/dettaglioPrincipioAttivo.do?idPa=8740 ).
    Un saluto

    RispondiElimina

La pubblicazione dei commenti è sottoposta a moderazione quindi se non rispondo subito non vi preoccupate.
L'autore del blog non è responsabile dei commenti esterni.
Ognuno è libero di commentare ma non saranno tollerati commenti contenenti turpiloquio, offese verso persone, ideologie, religioni o politiche e razzismo in ogni sua forma.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...