« Ogni giorno di più mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell'amore che non abbiamo donato. L'amore che doniamo è la sola ricchezza che conserveremo per l'eternità »

GUSTAVO ADOLFO ROL



venerdì 24 aprile 2015

Effetti collaterali: morte


Marcello Pamio - Effervescienza
Sapevate che le case farmaceutiche spendono 35-40 mila dollari l’anno per ciascun medico in attività con lo scopo di convincerli a prescrivere i loro prodotti? Sapevate che i cosiddetti opinion leader, grandi scienziati e medici qualificati, vengono corrotti con viaggi costosi, regali o più semplicemente con soldi perché recensiscano positivamente i medicinali? 

Sapevate che il 75% dei maggiori scienziati in ambito medico sono sul libro paga delle industrie farmaceutiche? E che le industrie inventano malattie e le pubblicizzano con campagne di marketing mirate per espandere il mercato dei propri prodotti?
Molte di queste cose non sono risapute dalla maggior parte delle persone e il motivo è semplice: le lobbies non vogliono che si sappiano…
 
Un libro-denuncia scritto da John Virapen, manager pentito delle grandi multinazionali, rompe il muro di silenzio e omertà e porta un po’ di luce nell’ombra.
Virapen è il classico self made man: nato nella colonia britannica “La Guyana” ha iniziato dai lavori più umili per giungere come General Manager ai vertici di una delle più potenti e influenti multinazionali del mondo: Eli Lilly Inc.
 
Il suo libro “Effetti collaterali: morte” è una pesantissima denuncia che non lascia spazio a nessun dubbio. Questo suo pentimento però non arriva a caso: la nascita di un figlio e la conseguente paura che questo possa finire in uno di quegli ingranaggi da lui creati e oliati per anni…
Ad aiutare la stesura del libro, ci sono anche i rimorsi di coscienza per quello che ha contribuito a fare: «Notte dopo notte, ombre e fantasmi si danno appuntamento accanto al mio letto. Di solito si manifestano alle prime ore del mattino. Mi sveglio fradicio di sudore. Indirettamente ho contribuito alla morte di tante persone, i loro fantasmi oggi mi perseguitano».
Si tratta di una denuncia che mostra il volto più inquietante di un potere profondamente radicato nella nostra società, un potere enorme il cui unico scopo è vendere, vendere e ancora vendere droghe. E non vogliono venderle solo ai malati, ma anche alle persone sane.
Come Jules Romains nel 1923 fece dire al dottor Knock nel suo capolavoro letterario, Il dr. Knock e il trionfo della medicina: «Un sano è un malato che non sa di esserlo». Quindi le lobbies gentilmente ce lo ricordano!
Virapen con la sua esperienza diretta nelle sale che contano, smonta pezzo dopo pezzo tante certezze, compresa la stessa struttura portante della scienza ortodossa basata sugli studi clinici.
«Puoi ottenere quello che vuoi, lavorare sodo e aggirare ogni limite legale, se sai qual è il prezzo giusto e se sei disposto a pagarlo».
E’ tutta una questione di soldi
«Le autorità statali non sono in grado di salvare te o il mio bambino dalle organizzazioni criminali radicate nell’industria farmaceutica. I funzionari sono corruttibili, gli specialisti sono corruttibili e anche i medici lo sono. Tutti possono essere corrotti, in un certo senso».
Questo è l’incipit del libro…

mercoledì 22 aprile 2015

I MISTERI DEL C.E.R.N.

CERN_Wooden_Dome_5

Fonte: http://www.iconicon.it/blog/

Cosa si nasconde dietro al LHC?

Il Large Hadron Collider del CERN al Ginevra è stato da sempre presentato come una avamposto della ricerca scientifica, ma forse occorre correggere la nostra percezione rispetto a quale sia il motivo della sua esistenza.
Smettiamo innanzitutto di pensare che lo scopo del LHC del Cern sia quello di riprodurre la primordiale scintilla del big-bang e cerchiamo di capire a che cosa, attraverso questo progetto, si può realmente arrivare.
Per capire se l’LHC davvero è una macchina in grado di aprire varchi dimensionali, stargate appunto, inizierò parlando di un altro oggetto misterioso, ben noto degli antichi Egizi e che può aver avuto lo stesso scopo del collider:
Sto parlando del TA-Wer, che significa “La Terra Eldest”, noto tra i ricercatori UFO come “Il dispositivo di Osiride”.
Secondo gli studiosi tradizionali, il Ta-Wer era solo un simbolo mistico a rappresentare il collegamento tra Abydos e qualche luogo mitico del mondo sotterraneo, definito come “La Terra dei Morti”.
Beh, è ​​un senso comune tra i ricercatori UFO che il Ta-Wer, raffigurato in alcuni dipinti del tempio di Abydos, è una struttura che potrebbe essere parte di un dispositivo più grande in grado di attivare portali dimensionali, Stargates o wormholes.
lhc-1

Questo è il momento in cui le persone dicono: “Stai scherzando. È una barca che rappresenta il passaggio tra la vita e la morte …”


sabato 18 aprile 2015

Progetto PRISM



Progetto PRISM, NSA poliziotto globale

Lo scandalo delle intercettazioni USA procede di rivelazione in rivelazione. Dalle conversazioni telefoniche si passa al rastrellamento dei dati sui server delle grandi web-company USA. Che hanno delle backdoor a disposizione dei federali

Roma - Lo scandalo intercettazioni scoppiato dopo lo scoop del Guardian di ieri? Poca cosa in confronto a quanto rivelato oggi dallo stesso quotidiano britannico: la National Security Agency (NSA) statunitense fa più che intercettare le chiamate vocali, avendo in effetti a disposizione delle vere e proprie "backdoor" all'interno dei server delle più grandi società tecnologiche del mondo. Il nuovo programma segreto si chiama PRISM, e a rivelarlo è quello stesso Glenn Greenwald (in collaborazione con un reporter del Guardian) che ha svelato al mondo i traffici sottobanco fra NSA e Verizon per le intercettazioni dei metadati sulle comunicazioni telefoniche.

Che cos'è PRISM? Le slide "top secret" pubblicate in rete descrivono una piovra avida di informazioni a disposizione degli agenti dell'intelligence statunitense, un mostro da mille tentacoli che sfrutta la concentrazione sul suolo statunitense delle principali aziende tecnologiche del mondo che gestiscono informazioni, comunicazioni e dati-utente in formato digitale.

La gran parte delle comunicazioni mondiali fluiscono attraverso gli States, spiegano le suddette slide, e tu caro agente della NSA puoi accedere a quel flusso come e quando vuoi grazie alle backdoor sui server di Microsoft, Google, Yahoo!, Facebook, PalTalk, YouTube, Skype, AOL e Apple. A disposizione dell'agente segreto vengono messe email, chat, video, audio, dati binari, comunicazioni VoIP, file, notifiche di accesso del sospettato, report dell'attività sui social network e altre non specificate "richieste speciali".


venerdì 17 aprile 2015

Propaganda per il Transumanesimo


L’imposizione sottile ma perentoria del transumanesimo (leggasi: annichilimento del genere umano) passa anche attraverso queste macabre operazioni mediatiche. La Jolie, un sex symbol internazionale, utilizza nuovamente il suo corpo come vistoso elemento di oscura propaganda. L’asportazione dei seni ed ora delle ovaie in forma preventiva è un’azione aberrante e preoccupante. Proviamo a scoprirne motivazioni e finalità.

Un messaggio implicito di fondo: il corpo umano è perfettibile perché potenzialmente difettoso, uno dei capisaldi dell’atroce transumanesimo.

Un secondo possibile messaggio implicito: la medicina preventiva è l’avanguardia della cura della salute, anche se porta a soluzioni potenzialmente ed apparentemente aberranti. Terzo messaggio implicito (del tutto erroneo): la ricerca genetica è la chiave di lettura preferenziale del futuro del genere umano, in grado di dare risposte certe e previsioni attendibili.
Quarto contenuto implicito: il corpo umano è un elemento distinto dalla mente, dall’anima e dallo spirito. Esso può essere manipolato a piacimento senza alterare le altre componenti ed anzi, la sua manipolazione è foriera di benessere e serenità. Non saprei davvero se dietro il sorriso vitreo della Jolie si nasconda chissà quale altro messaggio sottile trasferito all’umanità in queste modalità mediatiche tutto sommato efficaci e dirompenti per le masse. Spero davvero che l’esempio distorto ed inquietante dell’attrice non sia seguito da nessuno.

domenica 12 aprile 2015

U€: Un nuovo mais transgenico in attesa di approvazione minaccia la salute dei consumatori

In occasione della Giornata Mondiale della Salute sul tema "per la sicurezza alimentare", gli Amici della Terra denunciano l'intenzione dell'UE di adottare nuove colture transgeniche tolleranti del glufosinato, un erbicida classificato da tossicità acuta dall'UE. Oggi 7 aprile si celebra la Giornata mondiale della salute con lo slogan 'per la sicurezza alimentare', al fine di aumentare la consapevolezza circa gli effetti nocivi e malattie che causano il cibo attraverso i virus, parassiti, batteri o sostanze chimiche dannose. 
Gli Amici della Terra vogliono richiamare l'attenzione sul rischio che comporta il mais transgenico 1507 sulla salute dei consumatori, se approvato. Oggi, la Commissione europea sta valutando il rilascio di questo nuovo mais, dopo aver ricevuto forti pressioni da parte dell'industria biotech per anni, più specificamente, dalla multinazionale agrochimica Pioneer Hi-Bred. La società DuPont ha dal 2001, chiesto l'approvazione del mais 1507, per la coltivazione nell'Unione europea. 

L'associazione ecologica ha ripetutamente messo in guardia contro il pericolo di questa [1] coltura geneticamente modificata. Questo mais mais Pioneer GM conosciuto come 1507, ha due modifiche genetiche che permettono di produrre una tossina per combattere la piralide del mais e allo stesso tempo essere tolleranti al glufosinato, elemento elencato dall'UE con tossicità [2]. Questa sostanza chimica rappresenta una minaccia per i consumatori, gli agricoltori e gli insetti, e quindi per la salute umana e gli ecosistemi. Coltivato su scala commerciale, contribuirà ad un maggiore utilizzo di prodotti chimici di sintesi e dei problemi di salute associati. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...